Danko Jones – Wild Cat, la mia recensione

Copertina dell'album "Wild Cat" dei Danko Jones

A parlare di questo ottavo (8!) disco dei Danko Jones mi vengono in mente alcune sensazioni generate dalla tipica relazione amorosa di uno che suona in una band, quasi come se la track-list ci raccontasse le situazioni vissute da Danko con la sua fidanzata, in prima persona, nella serata che precede un concerto.

Si parte alla grande, nel bel mezzo di un litigio. Si fa palpabile il senso di rivalsa nei confronti di colei che sembra essere una caca-cazzi pazzesca. In “I Gotta Rock” (track.1) le sonorità si fanno pesanti ed aggressive ma è in “Going Out Tonight“(track.3) che sento i veri Danko Jones: i suoni pesanti e hard vanno a sposarsi con un ritornello melodico in stile pop-rock-punk perfetto per un coro da stadio. Il testo poi è abbastanza esplicito dai: “I’m sick of love… I’m going out tonight oeh-oeh, gonna stop my soul away, only devil stall the line”, questa è la reazione tipica di uno che dice “fanculo, sai che ti tico?! Stasera esco a fare casino!!!”.

Poi arriva una sorta di riconciliazione, I testi assumono una dimensione più romantica e sexy. La chitarra incazzata lascia spazio alle melodie più pulite di “You are my Woman” (track.4). Questa traccia sembra uscita dalla produzione dei Thin Lizzy, quindi niente di nuovo, ma funziona!

Proseguiamo, e le canzoni ci portano dritti dritti sul palco a fare casino. “Do this Every Night” (track.5) mi ricorda tantissimo una versione hard delle canzoni dei Giuda (ve li consiglio) e descrive come ci si sente a suonare a fianco dei compagni di band, schiena contro schiena, sera dopo sera, quasi come se fosse una battaglia, oppure una scazzottata.  I riff di chitarra diventano poi più veloci, in perfetto stile Motorhead, le danze cominciano con “Let’s Start Dancing” (track.6)!

Arriva poi la traccia che da il titolo all’intero album, “Wild Cat” (track.7), una canzone blues rock che non mi ha fatto impazzire, ma che lega l’intreccio della storia (come me la immagino io) con le tre canzoni conclusive, quelle dedicate alla ragazza di Danko. la sequenza parte con “She Likes It” (track.8) che allude a voglie poco represse, continua con “Success in Bed” (track.8) che parla apertamente di sesso e chiude con “Diamond Lady” (track.10), canzone che chiude l’album e che con un ritornello pop-punk-rock descrive la sola possibile conclusione di questa storia storia, le donne comandano, e pure i rocker incalliti subiscono.

In sintesi

voto finale 3,5*/5* – si poteva fare di meglio, una volta superato l’ascolto di “Wild Cat” la mia attenzione è calata.

La canzone che spacca: Going Out Tonight

La canzone che mi ha fatto cagare: Wild Cat

costo su itunes e commento del prezzo: $10.99, per essere una novità e in digitale è un prezzo ok.

Magliette correlate

skull of rock, la tshirt che spacca

Commenta/Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *